L’ARMONIA DEGLI OPPOSTI

Cerco di vivere il mio tempo, di ascoltare, provocare, stimolare, interagire attraverso un linguaggio pittorico fatto di forti contrasti cromatico/gestuali e di materia tracimante; una materia viva che porti lo spettatore a partecipare all’ opera stessa attraverso la sua interpretazione/reazione; ad avere il desiderio di sfiorarla, amarla, sentirla; a considerarla come fosse L’ALTRO che ci invita a realizzare quel “CONTATTO” che altrimenti oggi, a mio avviso, avviene in maniera più virtuale che reale.
L’Altro E’ oltre/dentro/tra/per Noi; è quella moltitudine di individui/colori che quotidianamente chiede di relazionarsi e che attraverso un processo introspettivo personale potremmo vedere come arricchimento anziché contrasto.
Tutto questo può essere visualizzato con un linguaggio immediato, semplice, universale che ci guida e ci accompagna nel quotidiano: il COLORE.